In Edicola:



Scarica il brano bonus

Amadeus su ezpress


I Nostri Partner:














logopremio I CD VINCITORI DEL
PREMIO AMADEUS
ANNO 2006

Sezione Antica
SALVATORE LANZETTI
Sonate a violoncello solo e basso continuo op.1 nn. VII-XII
Gaetano Nasillo
Zig Zag / 041002
Distr.: Jupiter / 2004 / DDD / Libretto: buono


La bravura c'è, ma non si vede. Nel senso che non è esibita con pensiero e tecnica sfacciati. È al contrario espressa con finezza di eloquio e con molteplici sfumature che fanno tendere l'orecchio a chi ascolta. La grossolana bravura, il violoncellista Gaetano Nasillo proprio non la conosce, proprio non gli interessa. Già la proposta presuppone ricerca giacché schiera un compositore ai più sconosciuto, la cui musica va ad arricchire la settecentesca scuola napoletana: Salvatore Lanzetti. A tale autore, comparabile a Leo, Porpora e Vinci, si deve un'attenzione al violoncello che, dall'ascolto di questa prima realizzazione discografica delle Sonate a violoncello solo e basso continuo op.1 nn. VII-XII, mostra una coscienza solida e sviluppata del linguaggio specifico dello strumento. Il che non sortisce dal nulla, bensì da un retroterra culturale di virtuosi del violoncello e da una gloriosa tradizione liutaria locale che aveva creato le condizioni più idonee per la nascita di pagine come queste. Nasillo, sostenuto con ricettiva cangianza espressiva dal cembalo di Andrea Marchiol e dal violoncello continuista di Sara Bennici, ci fa toccare con mano l'antico gusto partenopeo che aveva trovato a Londra il trampolino europeo. Un gusto definito da Burney new style dove l'arte del contrappunto si fonde al senso del contrasto, alla melodiosità e a un senso del teatro che sa mormorare. Pura classe. (Nicoletta Sguben)


Sezione Camera
AA. VV.
Live from the Lugano Festival
Martha Argerich and Friends
Emi / 3 cd / 7243-4-76871
Distr.: Emi Italia / 2002-2004 / DDD / Live


Da anni Martha Argerich ha rinunciato a prodursi nei concerti solistici per dedicarsi, con altri, alla musica da camera. I tre ottimi compact documentano l'attività degli «amici» riuniti in varie formazioni al Festival di Lugano. L'iniziativa, promossa nel 2002 dal compianto Jurg Grand, si è sviluppata rigogliosamente. Interpreti già famosi e giovani si incontrano per «parlarsi» (e parlarci) di musica. Col medesimo spirito va organizzato l'ascolto: non è opportuno affrontare gli otto brani uno dopo l'altro nell'ordine dettato da esigenze tecniche. Al contrario, giova alternare le «conversazioni svagate» a quelle «serie». Sono tutte da godere le arguzie della Sinfonia classica di Prokof'ev e dello Schiaccianoci di Cajkovskij, in trascrizioni per due pianoforti scintillanti sotto le dita della Argerich con Yefim Bronfman o Mirabela Dina. Nel medesimo clima vive la divina lievità schubertiana del Trio n. 1 dipanato da Bronfman, Renaud e Gautier Capuçon. Alla serietà dei «colloqui» convengono invece i romantici slanci di Schumann (Quintetto e Sonata), l'op. 108 di Brahms o i ricordi boemi di Dvorak. Infine, converrà scegliere l'ora adatta alla tragica atmosfera del Trio n. 2 di Sostakoviç. Per ogni opera vi è un momento opportuno. Tuttavia, nel mutare dei climi e degli esecutori, rimane costante l'amichevole intesa che, evitando il divismo, offre un'alta lezione di civiltà. (Rubens Tedeschi)


Sezione Lirica
RICHARD WAGNER
Tristan und Isolde
Domingo, Stemme, Fujimura, Pape, Bär, Holt / Orchestra of Covent Garden / Antonio Pappano
Emi / 3 cd + 1 dvd / 7243-5-58006
Distr.: Emi Italia / 2004, 2005 / DDD


Ai giorni nostri, la registrazione in studio di un'opera lirica è diventata tanto costosa da rendere praticamente obbligatoria la ripresa di uno spettacolo dal vivo. Il nuovo Tristano e Isotta della Emi è probabilmente l'ultima eccezione, realizzata negli studi londinesi per utilizzare Plácido Domingo come interprete di cartello. È ovvio che il gran tenore, giunto all'età di sessant'anni, non possa abbordare senza interruzioni il vasto capolavoro: ma, con gli opportuni riposi, riesce ancora a soddisfare i pesanti obblighi vocali del tenebroso eroe (si ascolti la tenerezza degli addii al termine del secondo atto e l'impeto fiammeggiante del terzo). Non meno (e forse più) decisivo è il contributo di Nina Stemme nell'affrontare il furore e la vertigine amorosa di Isotta, culminante nel delirante duetto e nel sublime Liebestod. Infine, terzo protagonista di un'operazione che vanta indimenticabili precedenti, il direttore Antonio Pappano non sfigura: la tensione drammatica imposta all'orchestra del Covent Garden riduce a tre (più un bonus in dvd) i quattro compact usuali, senza rinunciare ai palpitanti indugi, sia nel preludio che nella notte incantata. Completano degnamente l'assieme l'austero Re Marke di René Pape, la giovane Brangäne di Mihoko Fujimura, l'impetuoso Kurwenald di Olaf Bär e Jared Holt (Melot). Il risultato è di tutto rispetto.(Rubens Tedeschi)


Sezione Contemporanea
GOFFREDO PETRASSI
Concerti per orchestra
Netherlands Radio Symphony Orchestra / Arturo Tamayo
Stradivarius / 2 cd / 33700
Distr.: Milano Dischi / 2003, 2004 / DDD


Non c'è dubbio che la personalità compositiva di Goffredo Petrassi sia tra le maggiori del '900 europeo. Ed è noto come la serie degli otto Concerti per orchestra, che abbraccia un arco di quarant'anni, dipani un filo privilegiato per apprezzare le peculiarità dello stile di Petrassi. Le peculiarità, appunto, più che l'evoluzione, perché il percorso riscontrabile nelle otto partiture non è affatto rettilineo né progressivo. Certo si sente che tra il Primo concerto (1933-34), dove l'atmosfera neobarocca tipica della musica italiana del tempo si fonde con l'attenzione a Hindemith e a Stravinskij, e la scarna, astratta essenzialità dell'Ottavo (1970-72) ne è passato di tempo e il Novecento ha conosciuto un proliferare incredibile di nuove tendenze e nuovi linguaggi. Ma sono, questi, due estremi per così dire fisiologici tra i quali l'arte di Petrassi ha perseguito una ricerca ricchissima il cui senso e la cui continuità si ravvisano anzitutto nel riferimento all'archetipo del concerto. Di tale ricerca rende piena giustizia l'integrale diretta da Arturo Tamayo con esemplare nitore e al contempo acuta sensibilità per la natura volatile e smaterializzata della scrittura di Petrassi.(Cesare Fertonani)


Sezione Sinfonica
GIUSEPPE VERDI
Messa dI Requiem
Mei, Fink, Schade, D’Arcangelo / Arnold Schoenberg Chor, Wiener Philharmoniker / Nikolaus Harnoncourt
Rca / 2 cd / 82876 61244 2
Distr.: Bmg Ricordi / 2004 / DDD / Live


Nell'ormai celebre quanto controversa Aida di qualche anno fa, Harnoncourt dimostrò di poter dire qualcosa di straordinariamente interessante anche nell'interpretazione di Verdi. Questa sua versione della Messa di requiem conferma l'impressione di un approfondimento e di una qualità d'interpretazione non comuni. Certo, approfondimento e qualità traggono al solito ispirazione e alimento dall'idea di realizzare il più possibile le intenzioni dell'autore, come si coglie in alcuni particolari per ciò che riguarda la resa della scrittura vocale e della strumentazione, nella distribuzione degli organici, nella cura pressoché maniacale delle dinamiche e dell'articolazione del suono. Ma la forza di persuasione e il fascino di questa interpretazione non possono essere ridotti a un insieme di dettagli, seppure il più delle volte folgoranti: è l'organicità dell'idea che la sorregge e la percorre da cima a fondo a gettare una luce nuova su una partitura della quale, dopo una lunga serie d'interpretazioni memorabili, potevamo illuderci di sapere quasi tutto. La raffinatezza della concezione compositiva verdiana emerge con una pregnanza e una potenza che stordiscono, mentre scompare tutto ciò che di «operistico» nel senso tradizionalmente deteriore del termine potrebbe essere associato alla partitura in favore di un'espressività quanto mai interiorizzata. (Cesare Fertonani)


Gli altri CD Selezionati

Sezione Antica

  • JOHANN SEBASTIAN BACH
    Cantate vol. 1
    The Monteverdi Choir, The English Baroque Soloists, John Eliot Gardiner
    2 cd Soli Deo Gloria 101
    Distr.: Jupiter


  • WILLIAM BYRD
    Composizioni per tastiera
    Gustav Leonhardt
    Alpha 073
    distr.: Jupiter


  • JOSQUIN DESPREZ
    Circumedederunt me
    De Labyrintho, Walter Testolin
    E Lucevan Le Stelle 052317
    Distr.: Sound and Music


  • HENRY DU MONT
    Grands motets pour la Chapelle de Louis XIV au Louvre
    Ensemble Pierre Robert, Frédéric Desenclos
    Alpha 069
    Distr.: Jupiter



Sezione Camera

  • AA.VV
    Plainte Calme
    Alexander Lonquich
    Ecm 472 4002;
    Distr.: Ducale


  • MIGUEL LLOBET
    Guitar Music
    Lorenzo Micheli
    Naxos 8.557351
    Distr.: Ducale


  • ROBERT SCHUMANN
    Lieder con orchestra
    Matthias Goerne, Eric Schneider
    Decca 475 6012
    Distr.: Universal Music Italia


  • GUSTAV MAHLER
    Songs
    Stephan Genz, Roger Vignoles
    Hyperion 67392
    Distr.: Sound and Music



Sezione Lirica

  • HECTOR BERLIOZ
    Benvenuto Cellini
    Kunde, Ciofi, Naouri, Di Donato, Lapointe, Orchestre National de France, John Nelson
    3 cd Virgin 5-45707
    Distr.: Emi Italia


  • BENJAMIN BRITTEN
    Peter Grimes
    Winslade, Watson, Michaels-Moorer, Grove, London Symphony Orchestra & Chorus, Colin Davis
    3 cd Lso LSO0054
    Distr.: Sound and Music


  • PASCAL DUSAPIN
    Perelà, uomo di fumo
    Graham-Hall, Philippe, Perraud, Mahé, Choeurs de l’Opéra National de Montpellier, Orchestre National de Montpellier, Alain Altinoglu
    2 cd Naïve 782168
    Distr.: Deltadischi


  • ANTONIO VIVALDI
    Arsilda
    Cavalli, Sciannimanico, Cecchi Fedi, Kennedy, Modo Antiquo, Federico Maria Sardelli
    3 cd Cpo 999 740-2
    Distr.: Sound and Music



Sezione Contemporanea

  • IVAN FEDELE
    Quartetti 1-3, Viaggiatori della notte, Electra glide
    Arditti String Quartet
    Stradivarius STR 33702
    Distr.: Milano Dischi


  • LUCA FRANCESCONI
    Let me bleed, Terre del rimorso
    Swedish Radio Choir, Swr Vokalensemble, Radio-Sinfonieorchester Stuttgart, Peter Eötvös
    Stradivarius STR 33683;
    Distr.: Milano Dischi


  • GÉRARD GRISEY
    Les espaces acoustiques
    Gart Knox, Asko Ensemble, Wdr Sinfonieorchester Köln
    2 cd Kairos 0012422KAI
    Distr.: Jupiter


  • GEORG FRIEDRICH HAAS
    In Vain
    Klangforum Wien, Sylvain Cambreling
    Kairos 0012332
    Distr.: Jupiter



Sezione Sinfonica

  • AA. VV.
    Alt-Rhapsodie, Wesendonck Lieder, Der Abschied
    Stephanie Blythe, Ensemble Orchestral de Paris, John Nelson
    Virgin 5-45702
    Distr.: Emi Italia


  • ANTON BRUCKNER
    Sinfonia n. 5
    Münchner Philharmoniker, Christian Thielemann
    Deutsche Grammophon 477 5377
    Distr.: Universal Music Italia


  • FELIX MENDELSSOHN-BARTHOLDY, ROBERT SCHUMANN
    Concerti per violino
    Renaud Capuçon, Mahler Chamber Orchestra, Daniel Harding
    Virgin 7243 5 45663 2
    Distr.: Emi Italia


  • DMITRI SOSTAKOVIC
    Sinfonia n. 8
    London Symphony Orchestra, Mstislav Rostropovic
    Lso 0060
    Distr.: Sound and Music



I vincitori degli anni precedenti:


© Amadeusonline
Pubblicazione periodica telematica registrata presso
il Tribunale di Milano il 9/5/2005 con il n.352

Redazione: via Alberto Mario 20 - 20149 Milano
Tel. 02.4816353 - Fax 02.4818968
Mail: news@amadeusonline.net
Direttore responsabile: Riccardo Santangelo

Proprietario ed editore: Paragon s.r.l.
via Alberto Mario 20 - 20149 Milano
P.iva 06844250156 - Reg. Imp. Milano n. 221450/6030/50
Cap. Soc. 10.400 € i.v.
Provider: Infocom Group s.r.l.

Tutti i marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
© Tutto il materiale pubblicato su amadeusonline.net è di esclusiva proprietà della società Paragon s.r.l. ed è coperto da Copyright internazionale. Ne è consentito l'utilizzo a patto che se ne richieda l'autorizzazione e se ne citi la fonte. È severamente vietato per qualsiasi portale internet, o rivista cartacea, riprodurre qualsivoglia notizia e foto pubblicata da amadeusonline.net. I trasgressori saranno denunciati e ne risponderanno in base alle normative vigenti.

Le immagini presenti sul sito provengono da internet oppure dagli uffici stampa, e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un'immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a news@amadeusonline.net: l'immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell'autore.

Le Rubriche di AmadeusOnline:
Musica&Terapia

Contemporanea

Prima Fila

Calendario

I CD 5 STELLE DI AMADEUS

Premio Amadeus

Speaker's Corner

Galleria

I Nostri Sponsor: