In Edicola:



Scarica il brano bonus

Amadeus su ezpress


I Nostri Partner:














logopremio I CD VINCITORI DEL
PREMIO AMADEUS
ANNO 2007

Sezione Antica
JOHANN SEBASTIAN BACH
Cantatas vol. 22
The Amsterdam Baroque Orchestra & Choir, Ton Koopman
3 cd Challenge Classics/Antoine Marchand CC72222
distr.: Milano Dischi

Inizia emblematicamente con il gioioso coro Ein feste Burg ist unser Gott della Bwv 80 il volume conclusivo – il ventiduesimo – del progetto di registrazione di tutte le Cantate di Johann Sebastian Bach, avviato da Ton Koopman nel 1994. Un’impresa importante che ha presupposto un impegno programmato e costante, un grande dispendio di energie, un progressivo inabissamento nel “Bach pensiero”, ma anche il superamento di eventuali gravi imprevisti: come quello di apprendere dalla propria casa discografica l’impossibilità di proseguire il più che avanzato progetto. Questo è successo, e Koopman, con caparbia decisione, ha comunque portato a compimento l’impresa dopo aver fondato una nuova, propria etichetta discografica: la Antoine Marchand che si appoggia alla Challenge. Nonostante tutto ciò, al direttore olandese non sono bastate le sole Cantate, con relative appendici, e al progetto ha voluto aggiungere le Messe Bwv 233, 234, 235, 236 perché le considera parte stessa del corpus delle Cantate. Le ascoltiamo accanto alle Bwv 30, 30a e 80, oltre alla versione in latino di due sezioni della Bwv 80 realizzata da Wilhelm Friedemann Bach. Per Koopman, parole sue, la musica barocca è apportatrice di ritmo, di movimento, di passioni: e si sente. Dopo l’ascolto, noi aggiungeremmo anche di luce, di spumeggiante esuberanza: due qualità che hanno costantemente contraddistinto anche i precedenti volumi. La segnalazione importante, quindi, va idealmente allargata all’intera impresa discografica. (Massimo Rolando Zegna)


Sezione Camera
HUGO WOLF
Mörike-Lieder
Werner Güra, Jan Schultsz
Harmonia Mundi 901882
distr.: Ducale

Dei Mörike-Lieder di Wolf, Werner Güra e Jan Schultsz offrono qui un’ampia scelta: 23 dei 53 che costituiscono la raccolta del 1888 nella quale Wolf concentra la quintessenza della sua folgorante arte liederistica. Certo ciascuno dei Mörike-Lieder ha la propria compiutezza e non si può considerare la raccolta come un vero e proprio ciclo liederistico (nel senso dei grandi cicli di Schubert o Schumann), ma è altrettanto indubbio che la innervano forti strutture interne e la percorrono richiami di natura tanto testuale quanto musicale. La scelta segue criteri per cui sono incluse le liriche d’introduzione e d’epilogo, alcuni pezzi celeberrimi e imprescindibili come Der Feuerreiter, Gebet o Im Frühling, ma anche serie di Lieder che debbono necessariamente essere eseguiti insieme e uno dopo l’altro, essendo i pannelli di un’unica unità relativamente conchiusa: è il caso di An die Geliebte, Peregrina I e II e Lebe wohl. Güra e Schultsz sanno porgere interpretazioni di penetrante acume musicale grazie a un’intesa profonda che vive il momento esecutivo come il prodotto di un’autentica integrazione tra la voce e la parte pianistica. L’aderenza di Güra alla parola intonata fa risaltare con plastica evidenza e al contempo morbidissima flessibilità tutte le sottigliezze con cui Wolf reinterpreta i versi di Mörike. (Cesare Fertonani)



Sezione Lirica
ANTONIO VIVALDI
Tito Manlio
Ulivieri, Gauvin, Hallenberg, Mijanovic, Beronesi, Accademia Bizantina, Ottavio Dantone
3 cd Naïve OP 30413
distr.: Deltadischi / 2005 / DDD / Libretto: buono

Opera sentimentale e guerriera dal libretto eccellente, il Tito Manlio (Mantova 1719) è anche la prima di Vivaldi a essere eseguita dall’Accademia Bizantina: un modo importante per approdare alla benemerita Vivaldi Edition prodotta dalla Naïve con il contributo dell’Istituto per i Beni Musicali del Piemonte. La partitura, densa, pregnante, fantasiosa timbricamente e virtuosisticamente, eppure solida e squadrata, espressione drammatica e chiaroscurata delle virtù e dei valori di una leggendaria antica Roma, immerge subito l’ascoltatore nel dramma ed è difficile non farsi rapire. Tanto più in questa bella, a tratti entusiasmante interpretazione. Ottavio Dantone cura maniacalmente il ritmo della parola italiana nei recitativi secchi, variandoli e vivacizzandoli al limite del consentito; scrive i da capo accentuando l’impronta pirotecnica delle arie; attraverso raddoppi amplia la tavolozza timbrica dei primi due atti; delinea con forza e chiarezza i personaggi; sottolinea la capacità descrittiva, meglio, evocativa della scrittura orchestrale. Così – cosa tutt’altro che frequente nel repertorio discografico dedicato al teatro barocco – l’ascolto incalza efficace, senza cesure, in maniera, passateci il termine, “cinematografica”. Si vibra davanti ad alcune delle arie più difficili di tutti i tempi. (Massimo Rolando Zegna)


Sezione Contemporanea
IVAN FEDELE
Mixtim
Ensemble Algoritmo, Marco Angius
Stradivarius 33717
distr.: Milano Dischi

Già ragguardevole, la discografia di Ivan Fedele s’arricchisce ora di questa registrazione che vede brillante protagonista l’Ensemble Algoritmo diretto da Marco Angius. Il programma comprende cinque composizioni da camera e per ensemble tra le più significative degli ultimi quindici anni: Mixtim (1989), Il giardino di giada II (1991), Notturno (1988-2004), Arcipelago Möbius (2004), Profilo in eco (1994-95). La scelta consente di apprezzare alcuni dei tratti più caratteristici della musica di Fedele: la componente rituale e visionaria; il lucido rapporto dialettico con gli archetipi della cultura (non soltanto musicale); l’interesse per una concezione della forma vivida e tale da apparire per così dire immanente alla materia sonora e ai processi che ne determinano l’organizzazione e lo svolgimento compositivo; l’attenzione nel commisurare le ricadute della scrittura al versante percettivo e cognitivo dell’ascolto; il senso di calcolo matematico e geometrico e al contempo la presenza diffusa di una decantata eppure palpitante esperienza emozionale e affettiva. E poi, la ricerca di tensione narrativa, il gusto per la spazializzazione e le modalità di risonanza e per una timbrica raffinatissima. Tutto questo, e molto altro ancora, ci è restituito dall’Ensemble Algoritmo in esecuzioni esemplari per nitidezza e concentrazione ma in particolare ammirevoli per la cura prestata alla qualità del suono e alle sue più sottili sfumature in fatto di attacco, colore, articolazioni e dinamiche. (Cesare Fertonani)



Sezione Sinfonica
WOLFGANG AMADEUS MOZART
Great Mass in C Minor
Gabrieli Consort & Players, Paul McCreesh
Archiv 477 5744
distr.: Universal Music Italia

È noto che l'incompiuta Messa in do minore K 427 fu ideata da Mozart come omaggio a Dio, dichiarazione d'amore in musica alla neo-consorte Constanze e atto di riconciliazione con la propria famiglia. La prima esecuzione (con Constanze soprano solista) ebbe luogo a Salisburgo, poco più di un anno dopo le nozze. Non è escluso che ciò sia avvenuto con l'intervento di altre musiche, visto che la partitura è priva di una parte del Credo e dell'intero Agnus Dei. Se l'incompiutezza del lavoro fornisce in maniera emblematica la fallimentare somma algebrica tra le speranze e le delusioni di Mozart, è anche vero che quello che ci resta è più che sufficiente a dimostrare l'impianto polistilistico, verrebbe da dire musicalmente ecumenico, di questa partitura. Da qui parte Paul McCreesh per questa sua originale quanto magnifica interpretazione che esaspera il doppio “registro” della partitura: la tradizione barocca delle potenti fughe sassoni e l’avanguardia degl’incantati assoli italianizzanti, soprattutto quelli splendidi affidati alla voce di soprano. La conseguente teatralizzazione musicale evoca un'immagine: quella di Constanze davanti a Dio, meglio ancora quella di una specie di nozze mistiche della giovane con il Signore come in un dipinto del ’700. Completano il cd le cantate drammatiche Berenice, che fai? di Haydn e Ah! perfido di Beethoven. (Massimo Rolando Zegna)



Gli altri CD Selezionati

Sezione Antica

  • AA.VV.
    Don Quijote de la Mancha
    Montserrat Figueras, Hespèrion XXI, La Capella Reial de Catalunya, Jordi Savall
    cd Alia Vox 9843
    distr.: Jupiter


  • CAROLUS HACQUART
    Le Maistre de Musique
    François Fernandez, Luis Otavio Santos, Laurent Stewart, Eduardo Egüez, Rainer Zipperling, Kaori Uemura, Philippe Pierlot
    Flora 0705
    distr.: Milano Disch


  • GASPARD LE ROUX
    Pièces de Clavessins
    Les Cyclopes
    Pierre Verany PV706051
    distr.: Sound and Music


  • JEAN-FERRY REBEL
    Sonates pour Violons & Basse continue
    L’Assemblée des Honnestes Curieux
    Zig Zag Territoires ZZT051102
    distr.: Jupiter



Sezione Camera

  • WOLFGANG AMADEUS MOZART
    Piano Sonate vol. 1
    Robert Levin
    Deutsche Harmonia Mundi 8287 684237 2
    distr.: Bmg Ricordi


  • FRANZ SCHUBERT
    Die schöne Müllerin
    Thomas Quasthoff, Justus Zeyen
    Deutsche Grammophon 474 2182
    distr.: Universal Music Italia


  • DMITRI SOSTAKOVIC
    String Quartets 3, 7 & 8
    Hagen Quartett
    Deutsche Grammophon 477 6146
    distr.: Universal Music Italia


  • SERGEJ TANEJEV
    Chamber Music
    Vadim Repin, Ilya Gringolts, Nobuko Imai, Lynn Harrell, Mikhail Pletnev
    Deutsche Grammophon 477 5419
    distr.: Universal Music Italia



Sezione Lirica

  • WOLFGANG AMADEUS MOZART
    Il flauto magico
    Pape, Miklósa, Röschmann, Strehl, Müller-Brachmann, Kleiter, Mahler Chamber Orchestra, Claudio Abbado
    2 cd Deutsche Grammophon 476 5230
    distr.: Universal Music Italia


  • GIOACHINO ROSSINI
    Matilde di Shabran
    Flórez, Massis, Halévy, de Simone, Vinco, Chialli, Orquesta Sinfónica de Galicia, Riccardo Frizza
    3 cd Decca 475 7688
    distr.: Universal Music Italia


  • ANTONIO VIVALDI
    Arie d’Opera
    Piau, Hallenberg, Agnew, Laurens, Modo Antiquo, Federico Maria Sardelli
    Naïve OP 30411
    distr.: Deltadischi


  • CARL MARIA VON WEBER
    Oberon
    Davislim, Martinpelto, Kaufmann, Monteverdi Choir, Orchestre Révolutionnaire et Romantique, John Eliot Gardiner
    2 cd Philips 475 6563
    distr.: Universal Music Italia



Sezione Contemporanea

  • GYÖRGY KURTÁG
    Kafka-Fragmente
    Juliane Banse, András Keller
    Ecm New Series 1965 4763099
    distr.: Ducale


  • KRZYSZTOF PENDERECKI
    Threnos, Als Jakob erwachte, 2 Capriccios
    Dresdner Philharmonie, Rundfunk-Sinfonie-Orchester Leipzig, Herbert Kegel
    Berlin 0183852BC
    distr.: Milano Dischi


  • SALVATORE SCIARRINO
    Quaderno di strada
    Otto Katzameier, Klangforum Wien, Sylvain Cambreling
    Kairos 0012482KAI
    distr.: Jupiter


  • KARLHEINZ STOCKHAUSEN
    Gruppen, Punkte
    Wdr Sinfonieorchester Köln, Péter Eötvös, Arturo Tamayo, Jacques Mercier
    Bmc 117
    distr.: New Communication



Sezione Sinfonica

  • GUSTAV MAHLER
    Simphony n. 6
    Budapest Festival Orchestra, Iván Fischer
    Channel Classics 22905
    distr.: Jupiter


  • DMITRI SOSTAKOVIC
    Simphonies 5 & 6
    St Petersburg Philharmonic, Yuri Temirkanov
    Warner Classics 2564-62354
    distr.: Warner Music


  • RICHARD STRAUSS
    Ein Heldenleben
    Royal Concertgebouw Orchestra, Mariss Jansons
    Rco 04005
    distr.: Sound and Music


  • HUGO WOLF
    Orchesterlieder
    Juliane Banse, Dietrich Henschel, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, Rundfunkchor Berlin, Kent Nagano
    Harmonia Mundi 901837
    distr.: Ducale



I vincitori degli anni precedenti:


© Amadeusonline
Pubblicazione periodica telematica registrata presso
il Tribunale di Milano il 9/5/2005 con il n.352

Redazione: via Alberto Mario 20 - 20149 Milano
Tel. 02.4816353 - Fax 02.4818968
Mail: news@amadeusonline.net
Direttore responsabile: Riccardo Santangelo

Proprietario ed editore: Paragon s.r.l.
via Alberto Mario 20 - 20149 Milano
P.iva 06844250156 - Reg. Imp. Milano n. 221450/6030/50
Cap. Soc. 10.400 € i.v.
Provider: Infocom Group s.r.l.

Tutti i marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari.
© Tutto il materiale pubblicato su amadeusonline.net è di esclusiva proprietà della società Paragon s.r.l. ed è coperto da Copyright internazionale. Ne è consentito l'utilizzo a patto che se ne richieda l'autorizzazione e se ne citi la fonte. È severamente vietato per qualsiasi portale internet, o rivista cartacea, riprodurre qualsivoglia notizia e foto pubblicata da amadeusonline.net. I trasgressori saranno denunciati e ne risponderanno in base alle normative vigenti.

Le immagini presenti sul sito provengono da internet oppure dagli uffici stampa, e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un'immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario può contattarci scrivendo a news@amadeusonline.net: l'immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell'autore.

Le Rubriche di AmadeusOnline:
Musica&Terapia

Contemporanea

Prima Fila

Calendario

I CD 5 STELLE DI AMADEUS

Premio Amadeus

Speaker's Corner

Galleria

I Nostri Sponsor: